Libertà, passione, indipendenza, flessibilità: essere freelance è bellissimo. Ma non è così facile come sembra. Ecco una guida completa su come costruire il tuo business di successo online come freelance.

Cosa ti spinge a voler diventare un freelance?

  • Vuoi scappare dalla routine dell’ufficio 9-17 tutti i giorni.
  • Vuoi più flessibilità nella tua giornata.
  • Vuoi un rapporto vita privata-lavoro più equilibrato.
  • Vuoi gestire tu i tuoi guadagni e la tua carriera: non vuoi lavorare per portare profitto ad altri.
  • Semplicemente vuoi essere più libero: lavorare da remoto ti darà questa libertà.

Insomma, ognuno ha le sue motivazioni, tutte diverse, quasi tutte valide.

Quella che stai prendendo è una decisione sensata?

Diventare freelance non è una scelta da fare a cuor leggero: qui si parla della tua carriera, del tuo futuro a lungo termine. Una discussione con il tuo capo o una mattina in cui per andare in ufficio c’era più traffico del solito e avresti proprio preferito rimanere a casa, non sono delle motivazioni sufficienti.

La vita da freelance è fantastica e può dare moltissime soddisfazioni, ma all’inizio dovrai lavorare più duramente di quanto facevi prima. Il mio consiglio è fare una tabella con i pro e i contro di questa scelta, per capire se è veramente ciò che risponde alle tue necessità. Se senti che il freelancing, nonostante le difficoltà, è veramente la tua strada, vai avanti!

Quali servizi puoi offrire

Lato positivo del freelancing: non sei mai bloccato in un solo ruolo o una sola posizione. C’è chi sceglie di specializzarsi in un ambito molto specifico, mentre altri offrono molti tipi diversi di servizi a seconda delle loro abilità. Magari potresti essere bravo con photoshop, ma anche avere una bella voce, quindi i tuoi servizi sarebbero sia ritocco fotografico che voice-over.

Delle categorie in cui i freelance sono molto presenti sono:

Insomma, in quanto ai servizi che puoi offrire come freelance, c’è veramente l’imbarazzo della scelta.

Come sviluppare il tuo potenziale di freelance

  • Analizza le offerte dei tuoi competitor

Nel momento in cui decidi di lanciare il tuo business, dovresti innanzitutto, informarti sui tuoi competitor: che cosa offrono, a che prezzo? In base ai risultati di queste ricerche potrai decidere quali servizi offrire e capire se sei in grado di essere competitivo nella tua nicchia di mercato.

  • Scrivi le tue abilità

Qual è (o qual era) il tuo lavoro? Elenca le posizioni che ricopri attualmente e che hai ricoperto in passato. Quali sono le skills che hai sviluppato con il tuo lavoro? Poi scrivi le abilità che hai sviluppato al di fuori dell’ambito lavorativo.

Da questo elenco elimina ciò che proprio non ti piace fare: il principio del freelancing è guadagnarsi da vivere con le proprie capacità ed è difficile se fai cose che non ti piacciono.

  • Individua quali tra le tue skills possono portarti più profitto

Tra le cose che ti piace fare, quali sono più “commercializzabili”? In altre parole, dovresti cercare di capire quali, tra le tue skills, possono portarti guadagno. Il segreto è trovare il punto di congiunzione tra quello in cui sei bravo e quello con cui potresti vivere. Il tempo è denaro, quindi sviluppa solo le capacità da cui puoi ricavare un profitto.

Ecco, adesso dovresti avere davanti una lista di abilità che saranno il punto di partenza da cui sviluppare il tuo business.

Ottieni certificazioni e un’istruzione di livello più alto

Che tu voglia migliorare capacità che già hai, oppure svilupparne di nuove, vale sempre la pena investire per istruirti e imparare. Per i dipendenti di solito sono le aziende ad occuparsi della formazione, ma quando sei un freelance dipende tutto da te. 

Inoltre, dimostrare con certificati e diplomi di aver frequentato corsi e seminari legati ai servizi che offri, fa capire al cliente la tua motivazione e serietà nel lavoro: questo è un enorme punto a favore per te.

Dai la priorità alle capacità che desideri acquisire e segui dei corsi rilevanti al riguardo. Aggiungi queste abilità al tuo profilo di freelance e mettile in pratica, così inizierai a fare esperienza.

Crea e verifica la tua idea

Bene, adesso è arrivato il momento di formulare il piano che ti condurrà ad una carriera di successo come freelance.

  • Pricing

Inizia con due o tre servizi in cui eccelli: cerca di capire cosa sei pronto a offrire e quanto vuoi chiedere in cambio ai tuoi clienti. Cerca di far capire molto chiaramente cosa offri per un certo prezzo: quante revisioni? Quanti giorni per la consegna? 

  • Test

Come un’ipotesi scientifica, anche un progetto di business va testato per capire se effettivamente funziona. Alcuni modi per testare la tua idea sono:

  • offrire i tuoi servizi a familiari e amici
  • fare grossi sconti ai primi clienti
  • offrire i tuoi servizi ad un’organizzazione non profit

Questo ti permetterà di capire:

  • ovviamente se il tuo business funziona e cosa modificare
  • quanto ci metti effettivamente a realizzare ogni progetto
  • hai degli esempi da aggiungere al tuo portfolio
  • fai esperienza
  • inizi a creare un network e guadagni delle referenze

Identifica e localizza il tuo target di clienti

Ma come farò effettivamente a trovare lavoro? Semplice. devi sapere esattamente chi sono i tuoi clienti e dove trovarli. Inizia componendo l’identikit del tuo cliente ideale: la persona a cui sono rivolti i tuoi servizi.

In base a questo identikit, potrai concentrarti solo su quei clienti che si avvicinano il più possibile ad esso. Il cliente ideale deve essere definito più precisamente possibile: età, stipendio, lavoro, interessi, necessità, le soluzioni che tu puoi offrire per soddisfare i suoi bisogni, frequenza di utilizzo del web.

Costruisci una solida strategia per il tuo business

Che tu sia un freelancer full-time o part-time, il mondo del freelancing è estremamente competitivo, quindi avrai bisogno di una strategia solidissima per il tuo business.

Già seguire i consigli di questo articolo è un ottimo punto di partenza.

Basi della strategia

  1. Descrizione dei servizi che offri
  2. Prezzo
  3. Risultati dei test sul tuo progetto
  4. Identikit del cliente ideale per ogni servizio

Business plan

In quanto tempo hai bisogno di coprire i costi?

Quanto dovrebbe essere il tuo guadagno mensile per renderti finanziariamente tranquillo?

Quanti ordini puoi completare in una settimana? E in un mese?

Rispondendo a queste domande costruisci il tuo business plan (tenendo sempre a mente le basi da cui parte la tua strategia).

Organizzazione

Essere produttivo è fondamentale per un freelance, quindi la produttività è un elemento che non puoi non includere nella tua strategia. Quando sei tu il tuo stesso capo e lavori da casa è molto facile distrarsi, procrastinare e finire la giornata avendo prodotto abbastanza poco. Le parole d’ordine del freelance sono: produttività e auto-disciplina.

Orari di lavoro

Decidi un tuo orario di lavoro: che sia dalle 9 alle 17 o dalle 10 alle 18, assicurati di poterlo rispettare. Poi, all’interno di questa schedule, dividi la giornata in fasi: ognuna per uno specifico compito. Ad esempio, due ore ogni martedì per organizzare il bilancio, tre ore il venerdì per fare networking, ecc.

Ovviamente assicurati di lasciare un margine di flessibilità: i migliori freelance sono produttivi ma allo stesso tempo flessibili.

Strumenti di project management

Un modo molto utile per essere sempre organizzato ed evitare di venire sopraffatto dagli impegni sono gli strumenti di project management. Ne esistono di mille tipologie da scaricare sul computer o sul telefono: facilitano il tuo lavoro e ti aiutano a tenere traccia dei tuoi progetti.

Pause

Non dimenticare di considerare anche delle pause nella tua agenda giornaliera. Soprattutto per chi lavora al computer, non è né sano né produttivo lavorare tutto il giorno senza stop: alzati, fai una passeggiata, respira aria fresca. Tornerai a lavoro a mente fresca e sarai ancora più efficiente.

Inizia il tuo business freelance

Dunque: gli obiettivi li hai individuati e hai anche capito come raggiungerli, quindi hai elaborato una strategia. Ora inizia la parte più difficile: avviare al livello pratico la tua attività di freelance. Come per qualsiasi azienda è fondamentale costruire un tuo marchio che ti permetta di distinguerti. Un sito web professionale è un ottimo strumento di branding, ma è costoso e richiede tempo. 

Ecco perché un marketplace come Digitazon è un ottimo posto per iniziare il tuo business: non servono conoscenze particolari di programmazione, tutto ciò che devi fare è iscriverti creare un tuo profilo. Dal lì potrai creare il tuo primo Dig e iniziare a vendere.

I vantaggi di una piattaforma come Digitazon sono molti:

  • Saranno i clienti a venire da te chiedendo i tuoi servizi
  • Ti consente di mostrare il tuoi migliori lavori
  • Sul tuo profilo saranno mostrati recensioni e feedback
  • Potrai aggiungere video al tuo Dig
  • Potrai inviare offerte personalizzate

Come ottenere progetti

Ecco per te qualche strategia da applicare per ottenere il tuo primo cliente:

  1. Lavora sui tuoi punti di forza

Il tuo punto di forza è in cosa sei diverso e quale valore aggiunto offri rispetto ai tuoi concorrenti. Abbassare i prezzi al minimo non è  la soluzione: guadagnare meno di quanto hai bisogno non ti aiuterà ad essere più produttivo. Concentrati su ciò che puoi offrire che gli altri non hanno. 

Se sei bilingue? Potresti offrire una traduzione gratuita dei tuoi post. Un calendario stampabile gratuito? Un’analisi gratuita della qualità dei contenuti con il tuo servizio SEO? O forse lavori solo su un progetto alla volta, quindi il tuo cliente ottiene la tua assoluta attenzione e concentrazione.

Qualunque siano i tuoi punti di forza, mettili in evidenza.

  1. Punta sui social network

Potresti essere sorpreso di quante persone sui social network hanno bisogno dei tuoi servizi. Questo li rende un ottimo posto per attrarre clienti e potresti anche chiedere alla tua famiglia e amici di farti pubblicità con le condivisioni.

Questo tipo di promozione è fondamentale, che tu abbia appena iniziato o che tu sia freelance da anni.

  1. Ottieni clienti con le tue capacità

Puoi dimostrare di avere competenze nel settore, allo stesso tempo aiutare le persone ed aumentare la fiducia dei clienti nel tuo business.

 Il modo più semplice è utilizzare siti come Quora per rispondere alle domande nella tua nicchia di mercato  Assicurati solo che le tue risposte siano accurate e offrano un valore reale, altrimenti otterrai una cattiva reputazione invece di una buona. 

  1. Usa le pubblicità a pagamento

Se hai un budget sufficiente, puoi usare gli annunci a pagamento per indirizzare traffico mirato alle tue offerte. Puoi comprare annunci su social come Facebook o LinkedIn, oppure sui motori di ricerca. 

Fai attenzione a indirizzare i tuoi annunci in modo specifico al tuo target di clienti o rischi di aver speso invano. 

Decidere di diventare freelance è una delle decisioni più importanti della tua vita. Dovrai metterci molto impegno e disciplina per raggiungere il successo, ma vedrai che alla fine non te ne pentirai.